Su

Netto successo su Venezia nella 2^ giornata

Prosegue nel migliore dei modi, l’avvio stagionale del Brescia Waterpolo: nell’esordio casalingo – gara disputata nella piscina di Mompiano e valida come secondo turno del girone 2 di serie B maschile -, la squadra di Aldo Sussarello supera la Mestrina con un netto 12 a 4, confermando, nonostante la bassa età media del gruppo, di essere entrata col piglio giusto nel difficile torneo senior. Dopo aver sbancato Varese, Zugni e compagni lasciano le briciole alla compagine veneta: la partenza a razzo dei giovani biancazzurri incanala il match verso il migliore degli esiti (al cambio di panchine, Brescia è già sul più 6) e, nel prosieguo dell’incontro, i padroni di casa sono bravi, non solo a rintuzzare ogni tentativo di ritorno da parte degli ospiti, ma anche ad ampliare il distacco.

 

«Era la prima in casa – commenta capitan Matteo Zugni -, eravamo molto motivati e siamo partiti forte, con grande concentrazione. L’approccio è stato vincente, alla fine abbiamo subito solo quattro reti, di cui una su rigore, bene così anche se, visto la nostra condizione, si poteva fare meglio. Una delle difficoltà del campionato è che si sa poco degli avversari, per cui è importante cominciare con determinazione e prontezza nel sfruttare le occasioni da gol. Ad ogni modo, siamo molto contenti, i giovani si son fatti valere e noi esperti abbiamo fatto la nostra parte. Abbiamo imposto un ritmo intenso e, grazie ai tanti cambi di qualità, siamo riusciti a tenerlo sempre alto».

 

Brescia Waterpolo – Mestrina Koinè Venezia 12 – 4

BRESCIA: Massenza, Laurini, Zugni, Legrenzi 3 (più 1 rig.), M. Garozzo 2, Dalla Bona, Tortelli 1, Tononi 2, Pietta 1, Zanetti, T. Gianazza 2, Sordillo, Garozzo. All. Sussarello

MESTRINA: Negro, Vian, Labruna, Bastianetto, Condrat 2, Minto 1 rig., Scarpa, Rotta, Chiriatti, Vecchiato, Moro, Rivola 1, Sambo. All. Andrei

ARBITRO: Di Grazia

NOTE. Parziali: 6-1, 1-0, 3-1, 2-2. Nessuno uscito per limite di falli; nel quarto tempo, cartellino rosso a Condrat (Mestrina) per proteste. Brescia ha fallito un tiro di rigore (parato). Spettatori circa 150.

Nessun commento

Scrivi un commento