Su

In un match equilibrato la spunta Sturla nel finale

In un confronto dai contenuti molto equilibrati, il Brescia Waterpolo manca di un pizzico di cattiveria agonistica e, alla fine, lascia l’intera posta in palio agli avversari: a Mompiano, nella seconda giornata dell’A2 maschile, il sette di Aldo Sussarello cede per 9 a 7 (2-3, 2-2, 2-1, 3-1, i parziali) davanti alla Sportiva Sturla.

 

Forse un po’ per l’emozione dovuta al debutto stagionale nella propria piscina, forse per un difetto di grinta, sta di fatto che Zugni e compagni, nel complesso, si sono espressi ben al di sotto del loro potenziale e il team di Ivaldi ha prontamente approfittato della situazione favorevole lasciando parecchio rammarico tra i padroni di casa che, per quasi tre tempi, hanno avuto in mano le redini del match, macinando tanto gioco e rimanendo in vantaggio (5 a 4) fino al cambio di panchine. Poi, il Brescia Waterpolo ha perso progressivamente in lucidità e nell’intensità del ritmo e, nel contempo, i genovesi hanno innestato la marcia in più che è valsa la meritata conquista dei tre punti. A fotografare la giornata no dei biancazzurri, il dato delle superiorità numeriche, 3 su 12, mentre ben più positivo il 4 su 8 degli ospiti.

 

«Dispiace molto aver esordito in questa maniera davanti al nostro pubblico – afferma il presidente del Bs Wp, Gianluca Fiorese -, ci tenevamo a fare bene. È stato sbagliato l’approccio alla partita, non siamo entrati in acqua con la stessa determinazione di sabato scorso e lo Sturla ci ha messo sotto con pieno merito. E dire che, per metà gara, eravamo davanti, ma non abbiamo mai imposto i nostri ritmi, dovevamo muoverci di più, insomma siamo venuti meno nelle principali caratteristiche del nostro gioco. Meno male che siamo solo alla seconda di campionato, vedremo di cambiare fin da subito l’atteggiamento».

Nessun commento

Scrivi un commento