Su

Brescia Waterpolo in trasferta a Civitavecchia per esprimere il vero potenziale

Sei partite senza fare punti sono un bel fardello, ma il Brescia Waterpolo non ha alcuna intenzione di farsi scoraggiare da una situazione piuttosto critica e, tanto meno, mollare la presa davanti a una stagione le cui difficoltà sono tutt’altro che finite: sabato, per l’ottava giornata di A2 maschile, la squadra di Aldo Sussarello sarà ospite del Civitavecchia (fischio d’inizio alle 15), per una sfida che si annuncia delicata. Infatti, pur con un organico dove qualità ed esperienza non mancano, la formazione di Marco Pagliarini ha solo tre punti in più del sette bresciano (grazie alle vittorie su Ancona e Sori, rispettivamente, nella prima e nella quarta giornata), ed ecco che la posta in palio di dopodomani acquista notevole importanza. Il Bs Wp, con tutte le forze, vuole muovere la classifica e, per centrare l’obiettivo, sa bene che occorrerà esprimere quella maturità di gioco che, finora, è mancata.

 

«Questa è un’altra trasferta molto impegnativa – presenta l’incontro, coach Sussarello -: Civitavecchia schiera giocatori di livello come Simeoni, Romiti, Echenique, tutti atleti che possono fare la differenza in qualsiasi momento. E poi, per tradizione, fare punti nella loro piscina è davvero dura. Sfide come questa sono quanto di più utile al nostro progetto di crescita: i giovani devono riuscire ad esprimere il loro potenziale in questi campi ostici e, soprattutto, in partite il cui risultato conta davvero. I ragazzi devono arrivare a giocare come sanno controllando la tensione, senza farsi intimorire e senza eccedere nell’esuberanza. Questo è il principale aspetto che, fino ad ora, è mancato per fare punti e, soprattutto, per crescere».

Nessun commento

Scrivi un commento