Su

A testa bassa si va a Padova, per la terz’ultima partita di campionato

Rotta su Padova per tenersi in corsa nella lotta per la salvezza: è questo il chiaro obiettivo del Brescia Waterpolo alla vigilia della trasferta per cui, sabato, alle 16, sarà ospite del Plebiscito, per la ventesima, e terz’ultima, giornata di A2 maschile. Punti pesanti quelli in palio nel confronto di dopodomani.

 

Infatti, se la squadra di Aldo Sussarello è pronta a buttare il cuore oltre l’ostacolo per tenersi a distanza dell’ultimo posto in classifica (occupato dal Sori, due lunghezze sotto), e dunque tenere ben aperta la strada per la permanenza in serie A, il team di casa non farà certo tanti complimenti, visto che, ora come ora, si trova fuori dai playout solo per un punto di vantaggio sullo Sturla (a quota 19, i veneti, quartultimi, a 18, i liguri, terzultimi, e, a quota 14, il Bs Wp, penultimo). Dopo la rotonda vittoria su Civitavecchia, per la giovane formazione bresciana, un altro match da affrontare a testa bassa con tutta la determinazione necessaria a esprimere fino in fondo il potenziale di un gruppo che, in più di un’occasione, ha dimostrato di saper tenere testa alle compagini di alta classifica.

 

«Ci attende un’altra gara dura – dice il tecnico biancazzurro, Sussarello -, in un campo ostico dove, considerando il loro bisogno di fare punti, l’ambiente sarà particolarmente caldo. Arriviamo nel finale di stagione con l’esperienza acquisita in quelle che, per noi, sono state tante battaglie, un percorso impegnativo che ha fatto crescere la nostra voglia di conservare la categoria. Con tanti giovani all’esordio in un campionato senior e con i “vecchi” che giocano sostenuti dalla passione, arrivare a maggio ed allenarsi col sangue agli occhi ed essere ancora in corsa per la salvezza, mi rende ancora più orgoglioso di guidare questa squadra. Ora vediamo di far fruttare le nostre fatiche».

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.