Su

Per la decima giornata di Serie B a Brescia arriva Varese

In testa alla classifica dei rispettivi campionati, le squadre di serie B targate Brescia sono pronte a dar battaglia per rintuzzare gli assalti delle dirette inseguitrici. Andando in ordine cronologico, domani, alle 20, alla piscina di Mompiano, il Brescia Waterpolo affronterà il Varese Olona Nuoto, per il decimo turno (primo del ritorno) del girone 2. Da parte di Zugni e compagni, nervi saldi e massima determinazione per continuare sulla strada che ha portato nove vittorie consecutive, il tutto sottolineato dal migliore attacco e dalla miglior difesa del torneo. Di fronte, il team secondo in graduatoria (insieme alla Mestrina), all’andata battuto 13 a 6.

 

«Varese è una compagine solida – presenta la sfida, il tecnico biancazzurro, Aldo Sussarello -, guidata da un allenatore di lungo corso e con giocatori d’esperienza nei ruoli chiave. Sabato scorso, contro Modena, abbiamo effettuato la nostra miglior prova difensiva, questo punto deve costituire la base per proseguire nella crescita. La posizione in classifica ha un’importanza relativa, ora come ora, m’interessa valutare gli errori che commettiamo e, fin qui, devo riconoscere che i ragazzi sono migliorati di partita in partita. Veniamo da giorni di lavoro intenso, con allenamenti insieme alla prima squadra: sono stati momenti di grande utilità durante i quali abbiamo messo a fuoco importanti aspetti tecnici su cui impegnarci per migliorare».

 

Domenica, luci sull’An femminile: alle 21, le ragazze di Edvin Calderara saranno ospiti della Canottieri Milano, per la quinta giornata del girone 1 (ultima d’andata). Alle leonesse (la scorsa settimana ferme per il turno di riposo), il compito di stringere i denti e respingere i tentativi, da parte delle milanesi, di agguantare la testa della classifica (la Canottieri è staccata di tre punti).

 

«Ci aspetta un avversario esperto e ben organizzato – afferma coach Calderara -, che farà di tutto per rimediare al passo falso di Torino, dove ha perso di un gol. Dovremo tenere d’occhio le loro giocatrici di maggiore esperienza, cercando di limitarne il raggio d’azione, e, allo stesso tempo, cercando di imporre i nostri ritmi di gioco. Potremo contare su Marta Buizza, al rientro dopo l’infortunio alla spalla».

Nessun commento

Scrivi un commento