Su

Grande gioia a Mompiano: Como affondata 9 a 6!

Un Brescia Waterpolo con la giusta carica agonistica non fallisce il bersaglio grosso, lasciando l’ultimo posto in classifica e rilanciandosi nella corsa per la salvezza: a Mompiano, nella dodicesima giornata del girone Nord dell’A2 maschile, le calottine bresciane s’impongono per 9 a 6 (1-2, 2-1, 2-1, 4-2, i parziali) sul Como Nuoto, facendo, per la prima volta, bottino pieno davanti ai propri tifosi. Alla vigilia, il tecnico Aldo Sussarello aveva affermato esser giunto il momento di cominciare a raccogliere i frutti del grande lavoro portato avanti per far crescere un organico dall’età media molto bassa, e la squadra s’è fatta trovare pronta all’appuntamento.

 

Con una posta in palio di grande importanza per entrambe le formazioni, Zugni e compagni partono sotto tono ma, a partire dal secondo tempo, innescano una progressione che mette in ginocchio la resistenza dei lariani, scesi in acqua con l’intenzione far valere un gioco decisamente pesante. Con una buona efficacia difensiva e con gli attaccanti bravi a concretizzare le fatiche di tutto il gruppo, il Bs Wp bissa il successo sul Como (l’unico dell’andata) e ora guarda avanti con una più che giustificata fiducia.

 

«All’inizio c’era parecchia tensione – commenta il presidente biancazzurro, Gianluca Fiorese -: noi avevamo assolutamente bisogno dei tre punti, loro hanno da poco cambiato l’allenatore e cercavano un riscontro positivo. In avvio, abbiamo subito la loro fisicità, poi, però, abbiamo preso le misure e, grazie alla forza del collettivo, abbiamo centrato l’obiettivo. Direi che siamo stati più forti a livello mentale: con lucidità, abbiamo sfruttato le nostre principali caratteristiche, ossia l’intensità del ritmo e la propensione all’aiuto reciproco, dimostrando tutta la nostra voglia di vincere. Il risultato ci dà morale e, ora, pensiamo al match in casa dello Sturla: se ripetiamo una performance così, sono sicuro che non torniamo a mani vuote».

Nessun commento

Scrivi un commento