Su

U20, avanti tutta verso la Finale Nazionale a Roma!

Buone le prestazioni ma l’en plein non riesce: nelle semifinali nazionali della categoria Under 20, alterni esiti per le formazioni bresciane, con l’An di Enrico Oliva – impegnata a Lavagna nel girone 1 di fascia A – che viene eliminata, e il Brescia Waterpolo di Aldo Sussarello – in acqua a Mompiano nel girone 1 di fascia B – che vince il raggruppamento qualificandosi alla Final Four, attesa il 7 e 8 luglio (insieme a Latina Pallanuoto, seconda dello stesso girone, Civitavecchia e Rari Nantes Salerno).

 

Per quel che riguarda l’An, il cammino prevedeva gli incroci con il Lavagna 90 e le quotate napoletane, Posillipo e Acquachiara: nel debutto col Posillipo, i ragazzi di Oliva non riescono a giocare secondo le proprie possibilità – anche a causa di una discutibile condotta arbitrale – e i rossoverdi si aggiudicano l’incontro per 11 a 6. Nel secondo turno, contro Lavagna, gli ingranaggi del sette bresciano rimangono un po’ bloccati e, al contempo, rimangono di difficile interpretazione le decisioni dei direttori di gara; è così che i liguri passano per 8 a 5. Con due sconfitte alle spalle, l’ultimo match con l’Acquachiara (anch’essa a zero punti, in finale Posillipo e Lavagna) diventa inutile ma l’An stringe i denti per chiudere degnamente una stagione, comunque, di soddisfazione: 11 a 10 il finale per i bresciani.

 

«Finiamo con un po’ di amaro in bocca – commenta coach Oliva -: è vero che non ci siamo espressi come potevamo, ma è anche vero che gli arbitraggi non hanno favorito il nostro gioco. Delle avversarie, il Posillipo ha dimostrato qualcosa in più, la qualificazione era alla portata. In ogni caso, ritengo la stagione positiva, abbiamo chiuso il girone nazionale primi e imbattuti, con tanti giocatori sotto leva che hanno fatto esperienza. E questo anche grazie ai tre della prima squadra, Morretti, Manzi e Guidi, che si sono messi a disposizione con entusiasmo».

 

Venendo al girone ospitato a Mompiano (avendo vinto il girone dei quarti di finale, il Bs Wp s’era garantito il diritto di giocare in casa), l’inizio della squadra di Sussarello è decisamente in salita: contro il Plebiscito Padova, Massenza e compagni pagano la stanchezza e la grande tensione accumulate nella gara 2 della finale playoff di serie B (giocata la sera prima), e i veneti vincono per 6 a 3. Contro Latina Pallanuoto, il pronto riscatto: i biancazzurri non brillano sul piano del gioco ma il loro carattere fa la differenza e arriva il successo per 9 a 7. Contro lo Sporting Lodi, la chiusura vincente – 13 a 9 – che vale il primo posto (complice la sconfitta, per 11 a 5, di Padova con Latina).

 

«Nella settimana più delicata dell’anno – dichiara il tecnico bresciano, Sussarello -, i ragazzi sono stati davvero bravi: queste semifinali son capitate in mezzo alla finale dei playoff e non era facile trovare le energie giuste. In più, tra impegni di lavoro e esami di maturità, eravamo a corto di organico, con l’ultima partita giocata in dieci, di cui due portieri. Insomma, una prova proprio notevole, la finale è davvero meritata».

Nessun commento

Scrivi un commento