Su

Brescia Waterpolo, quanti rimpianti: Bologna sbanca Lamarmora 6-5

E’ un’altra partita persa con un solo gol di scarto a condannare Brescia Waterpolo alla sconfitta. Stavolta è President Bologna a espugnare la Piscina Lamarmora (6-5), dove abbiamo assistito a un match davvero combattuto. I nostri partivano alla grande e chiudevano il primo periodo sul 3-0: poi la reazione ospite, fino al vantaggio sul 4-3 prima e sul 6-4 poi, che sembrava chiudere il discorso. Invece Tononi teneva accesa la speranza fino all’ultimo, prima della parata decisiva di Mugelli su Scropetta.

 

Coach Sussarello, che deve rinunciare a Voltolini, sceglie Massenza, Zugni, Maitini, Tortelli, Di Rocco, Vannini e Tononi; coach Gamberini replica con Mugelli, Moscardino, Alessandro Baldinelli, Cocchi, Cecconi, Pasotti e Francesco Baldinelli.

 

Dopo un paio di buoni interventi di Massenza, all’esordio stagionale, è capitan Zugni a sbloccare il punteggio al 3′, con una bella conclusione da posizione centrale. Bologna cerca il gol del pari con Moscardino prima e Pasotti poi, ma ancora l’estremo difensore bresciano fa ottima guardia. E allora i nostri ne approfittano, dall’altra parte, per trovare la seconda rete della serata, con bomber Maitini, bravo a girare in porta una colomba da distanza ravvicinata. Gli ospiti non ci stanno e premono sull’acceleratore, ma sprecano in superiorità numerica, con la difesa bresciana molto attenta. Prima della fine del primo periodo c’è tempo per il terzo gol dei nostri, con Tononi che infila Mugelli da posizione 1 su imbeccata di Di Rocco.

 

La seconda frazione si apre all’insegna dell’equilibrio, prima che al 4′ la traversa di Vannini da una parte e la rete di Cecconi sul ribaltamento di fronte riaccendano la contesa. Bologna cerca furiosamente di riaprire del tutto il match e ci riesce con il secondo gol di Cecconi al 5′. I nostri faticano a rendersi pericolosi e non sfruttano un paio di superiorità numeriche. E allora Bologna completa la rimonta con il sinistro di Pasotti, che chiude il secondo periodo.

 

Dopo il cambio di vasca, Brescia cerca di ritrovare lo slancio della prima parte di gara, ma viene punita dal gol di Moscardino da due passi. Mugelli e la traversa negano la gioia del gol a Tortelli e Vannini, con Brescia che in altre due occasioni non trova il gol con l’uomo in più in vasca. Moscardino si vede respingere in modo clamoroso da Massenza un gol fatto, che avrebbe probabilmente tagliato le gambe ai nostri. Che invece reagiscono e finalmente approfittano della superiorità per andare a segno con Zugni, a pochi istanti dalla fine del terzo periodo: 4-4.

 

Altri tre minuti di equilibrio, poi è il gol di Pasotti a riportare avanti Bologna (5-4). I nostri devono fare i conti con le parate di Mugelli e con la sfortuna di un paio di legni. Ma soprattutto con il gol di Moscardino, che a tre dalla fine regala ai suoi il primo doppio vantaggio della serata sul 6-4. Tortelli cerca il gol per riaprire il match, ma l’estremo difensore ospite fa ancora buona guardia, mentre Bologna perde Cecconi per espulsione. Si va dall’altra parte e il gol di Tononi riaccende improvvisamente la speranza bresciana. Ultimo minuto di gioco: fischio contro Bologna, palla a Scropetta, ma il nostro numero 2 non riesce a infilare Mugelli. Finisce qui.

 

BRESCIA WATERPOLO 5

PRESIDENT BOLOGNA 6

 

Brescia Waterpolo: M. Gianazza, Scropetta, Zugni (2), Tononi (2), Maitini (1), Vannini, Tortelli, Di Rocco, T. Gianazza, Zanetti, Dalla Bona, Sordillo, Massenza. All. Sussarello

 

President Bologna: Mugelli, Martelli, Barboni, A. Baldinelli, Moscardino (2), Dello Margio, F. Baldinelli, Belfiori, Pasotti (2), Pozzi, Cocchi, Cecconi (2), De Santis. All. Gamberini

 

Arbitri: Marongiu e Minelli

 

Parziali: 3-0; 0-3 (3-3); 1-1 (4-4); 1-2

 

Note: Superiorità numeriche Brescia 1/9, Bologna 2/8. Espulso Cecconi nell’ultimo periodo per proteste.

 

Davide Antonioli

Nessun commento

Scrivi un commento