Su

Brescia dai due volti, Ancona strappa il pari: a Mompiano finisce 10-10

Un primo tempo da grande squadra, una ripresa sottotono: il risultato non può che essere un match che lascia l’amaro in bocca a Brescia Waterpolo, che non va oltre il pari (10-10) in casa contro Vela Nuoto Ancona. Match, come detto, dai due volti: Zugni e compagni sembrano piazzare più volte l’allungo giusto nei primi 16 minuti, ma gli ospiti non mollano mai e ricuciono fino ad avere in mano la palla per sbancare la Piscina di Mompiano. Miglior realizzatore in casa Brescia il debuttante Fabio Pederzoli con 3 reti.

 

Brescia in vasca con Voltolini, Zugni, Maitini, Vannini, Tortelli, Pederzoli e Tononi; Ancona risponde con Santini, Spadoni, Delle Monache, Messina, Pugnaloni, Sabatini e Pieroni. Il match si sblocca dopo un paio di minuti con la rete di Duccio Vannini, che trova l’angolo alla destra di Santini e con quella di capitan Matteo Zugni, che approfitta della prima superiorità numerica del pomeriggio per infilare l’estremo difensore marchigiano. Allo stesso modo, ovvero in superiorità numerica, tocca a Messina andare in rete per i suoi sul ribaltamento di fronte: 2-1 Brescia. Situazione che però cambia nuovamente poco dopo, in virtù del gol di Sabatini, che impatta sul 2-2 al 5′. I nostri ragazzi non si scompongono e con Scropetta prima e Pederzoli poi ritrovano il doppio vantaggio sul 4-2, con cui si chiude la prima frazione.

 

La seconda si apre con la rete di Zugni dopo trenta secondi, che lancia i suoi sul 5-2. Maitini sfiora tre volte nella stessa azione il sesto gol del pomeriggio, gol che poi trova poco dopo Gabriele Tortelli: a metà secondo periodo Brescia avanti 6-2. Ancona, però, rientra subito in partita e con le reti di Pugnaloni e Pieroni mette paura a Zugni e compagni. I nostri, però, reagiscono alla grande trovando le reti di Pederzoli e Tononi, intervallate da quella di Messina per Ancona: si va così al riposo sul punteggio di 8-5 Brescia.

 

Dopo uno scoppiettante secondo periodo, nel terzo le due squadre sembrano tirare un po’ il fiato. Si arriva così al 5′ con la medesima situazione di punteggio, quando uno scatenato Fabio Pederzoli decide di sfruttare al massimo la superiorità numerica per infilare Santini da distanza ravvicinata: 9-5 Brescia. Il match si riaccende e Pieroni, sfruttando anche lui il vantaggio dell’uomo, riduce sul 9-6. Che diventa 9-7 dopo un’altra marcatura del n.12 marchigiano, che riapre del tutto la contesa.

 

Ancona non si ferma e accorcia ancora con Perciballe. La palla ora pesa, soprattutto per i nostri ragazzi, che sentono inevitabilmente la pressione di giocare in casa. Il legno dice di no a Pederzoli, mentre Vannini e Tortelli non trovano la rete della sicurezza. E’ Messina, invece, a trovare quella dell’incredibile pareggio al 5′, mentre Pederzoli da una parte e Delle Monache dall’altra ricevono la terza, definitiva espulsione. Le reti di Tortelli e Pantaloni, entrambe in superiorità numerica, mantengono inalterata la situazione di parità sul 10-10 su cui si entra nell’ultimo minuto di gioco. Brescia non trova la conclusione sull’asse Tortelli-Maitini, Ancona spreca con Pantaloni: finisce qui, con le due squadre che si dividono la posta in palio.

 

Brescia Waterpolo: Voltolini, Scropetta (1), Zugni (2), Lambruschi, Maitini, Vannini (1), Tortelli (2), Di Rocco, Zanetti, Pederzoli (3), Dalla Bona, Tononi (1), T. Gianazza. All. Sussarello

 

Vela Nuoto Ancona: Santini, Castriota, Spadoni, Pantaloni (1), Baldinelli, Delle Monache, Perciballe (1), Messina (3), Di Palma, Pugnaloni (1), Sabatini (1), Pieroni (3), Cardoni. All. Pace

 

Arbitri: Cirillo e Bensaia

 

Parziali: 4-2; 4-3 (8-5); 1-2 (9-7);  1-3 (10-10)

 

Superiorità numeriche: Brescia Waterpolo 4/7, Vela Nuoto Ancona 5/7. Espulsione definitiva per Pederzoli (Brescia) e Delle Monache (Ancona) nel terzo periodo.

 

Davide Antonioli

Nessun commento

Scrivi un commento