Su

Missione riscatto compiuta: Crocera Stadium sconfitta 8-5 a Mompiano!

Era una partita da vincere a tutti i costi e Brescia Waterpolo non ha fallito l’obiettivo, portando a casa una bellissima e importantissima vittoria ai danni di Crocera Stadium. 8-5 il punteggio finale in una gremita Piscina di Mompiano, che ha potuto assistere a un match magari poco spettacolare ma al tempo stesso estremamente intenso e combattuto, in cui i nostri ragazzi hanno preso subito lo slancio giusto e l’hanno mantenuto fino al termine del match, nonostante le “defezioni” di Maitini e Zugni. Miglior realizzatore in casa Brescia Gabriele Tortelli con 3 reti.

 

Brescia in campo con Voltolini, Zugni, Di Rocco, Tortelli, Maitini, Tononi e Pederzoli; Crocera risponde con Foroni, Pedrini, Congiu, Delle Piane, Andrea Fulcheris, Luca Fulcheris e Giordano. I nostri ragazzi passano in vantaggio alla prima azione, grazie a Pederzoli, abile a sfruttare la superiorità numerica dopo l’espulsione di Fulcheris. Crocera si rende pericolosa in un paio di occasioni, ma Voltolini è sempre attento. Maitini allora ne approfitta per raddoppiare al 5′, con una deviazione ravicinata su bella imbeccata di Tortelli. E il bomber bresciano si ripete poco dopo: stavolta è Pederzoli a servirlo a due passi dalla porta e il nostro numero 5 è bravo a infilare Foroni. Il primo periodo si chiude così sul 3-0 Brescia, con i nostri ragazzi molto attenti e determinati in difesa.

 

La seconda frazione vede Zugni e compagni cercare i gol della fuga, mentre Crocera prova a rientrare in partita. Ma nessuna delle due squadre riesce nel suo intento e si arriva così all’ultimo minuto di gioco, quando l’arbitro Valdettaro decide di punire con il cartellino rosso Roberto Maitini, reo di aver protestato eccessivamente (…) dopo l’ennesimo fallo fischiatogli contro. Crocera allora, sul ribaltamento di fronte, non può lasciarsi scappare un’altra occasione e stavolta accorcia le distanze con Andrea Fulcheris. Ma Brescia reagisce con rabbia e si affida a Di Rocco, che non sbaglia a tu per tu con Foroni: 4-1 e cambio di vasca.

 

Un legno a testa in apertura di terzo periodo, Fulcheris da una parte, Zugni dall’altra, mentre Pederzoli non manda a bersaglio una conclusione da posizione favorevole. Anche in questa terza frazione è il nulla di fatto ad avere la meglio, per lo meno fino a tre dalla fine, quando Tortelli infila un fantastico pallonetto che non lascia scampo a Foroni: 5-1 Brescia. I nostri ragazzi, perdono il proprio capitano Matteo Zugni, che riceve la terza espulsione ed è costretto a uscire definitivamente dalla vasca. Crocera è ancora brava ad approfittarne e a trovare subito il gol di Fulcheris (5-2), a un minuto dall’ultimo riposo. Ma anche Brescia è brava a rispondere colpo su colpo e trova ancora in Tortelli il go to guy: è 6-2 il terzo parziale alla Piscina di Mompiano.

 

Luca Fulcheris accorcia nuovamente le distanze per i suoi in avvio di ultimo periodo, in situazione di superiorità numerica. Ma è sempre Tortelli a firmare l’allungo bresciano grazie alla trasformazione del rigore che vale il 7-3. Da un rigore all’altro, Fulcheris manda a segno quello del 7-4, mentre Congiu realizza il quinto gol per Crocera. Ma non c’è più tempo: anche perché Tommaso Gianazza trova l’ottavo gol a tempo quasi scaduto, mettendo il punto esclamativo sulla preziosissima vittoria di Brescia Waterpolo!

 

Brescia Waterpolo: Voltolini, Scropetta, Zugni, Zanetti, Maitini (2), Vannini, Tortelli (3), Di Rocco (1), T. Gianazza (1), Pederzoli (1), Dalla Bona, Tononi, M. Gianazza. All. Sussarello

 

Crocera Stadium: Foroni, Pedrini, Giordano, Maiocchi, Congiu (1), Da Vite, Siri, Tortora, L. Fulcheris (3), Delle Piane, Bavassano, Marenco, A. Fulcheris (1). All. Damonte

 

Arbitri: Braghini e Valdettaro

 

Parziali: 3-0; 1-1 (4-1); 2-1 (6-2); 2-3

 

Note: Superiorità numeriche Brescia 3/8 con un rigore realizzato da Gabriele Tortelli, Crocera Stadium 3/8 con un rigore realizzato da Luca Fulcheris. Espulsi nel secondo periodo Maitini (Bs) per proteste e Zugni (Bs) per terza espulsione temporanea

Nessun commento

Scrivi un commento